Galata, Beyoglu, Taksim e Crociera sul Bosforo

Mercato delle Spezie; é il secondo storico mercato al coperto più grande della penisola storica di Istanbul dopo il Grand Bazaar ed è dedicato alla vendita di spezie e frutte secche in 130 negozi. Fu costrito nel 1664 dalla madre del Sultano Mehmet IV, Hatice Turhan Sultan. Nelle bancherelle sono esposte decine di diverse spezie e dolcetti dai colori vivaci e dagli odori inebrianti che si sentono prima ancora di varcare la soglia e che offre piacere agli occhi ed al naso di migliaia di gente,

Crociera sul Bosforo; durante il giro che dura 90 minuti sul Bosforo e che consente di vedere le bellezze storiche e naturali di Istanbul, l’unica città al mondo situata su due continenti, il traghetto costeggia sia al lato asiatico che al lato europeo passando sotto i ponti del Bosforo e del Conquistatore. Tra gli edifici storici che si possono vedere durante il giro ci sono la Fortezza Europea e la Fortezza Anatolica, in particolare Palazzo Topkapı, Palazzo Dolmabahçe, Palazzo Çırağan, Palazzo Beylerbeyi e delle ville in legno appartenenti ai visir e pascià della corte ottomana,

Torre di Galata; è una torre di avvistamento in pietra di epoca medievale costruita dai genovesi nel 1348 che fu battezzata Christea Turris (Torre di Cristo) e situata nel quatiere di Galata genovese. Misura 69 metri in altezza con un diametro interno di 9 metri ed esteno di 16 metri. Si trova a circa 140 metri sopra il livello del mare. In origine la torre faceva parte delle fortificazioni che circondavano la cittadella di Galata, colonia di Genova. Visita dall’esterno.

Sede dei Dervisci Rotanti; in turco “Galata Mevlevihanesi”, é costruita nel 1491 ed é il primo luogo di culto dei dervisci rotanti ad Istanbul. Pianterreno, oggi, é un museo e al primo piamo ogni domenica viene organizzato lo spettacolo dei dervisci. Ogni domenica nella sala grande si tiene uno spettacolo dai dervisci. Nel museo sono esposti vari strumenti musicali, oggetti di epoche diverse e manufatti vari utilizzati dai dervisci. Visita dal giardino.

Pera Palas, (Hotel Storico dell’Orient Express); è stato edificato a fine ‘800 a soddisfazione dell’esigenza dei passeggeri dell’Orient Express di ritrovare, presso l’ultima tappa del viaggio, un alloggio paragonabile in eleganza e comfort a quanto erano abituati in Europa. Vi hanno alloggiato diverse personalità, tra cui il primo presidente della Turchia Atatürk, Pierre Loti, Agatha Christie, E. Hemingway, re Edoardo VIII, l’imperatore d’Austria-Ungheria Francesco Giuseppe, Sarah Bernhardt, Alfred Hitchcock e J. Kennedy Onassis,

Basilica di Sant’Antonio di Padova; fu edificata fra il 1906 ed il 1912 in stile neogotico veneziano, anch’essa finanziata dalla locale comunità italiana, per lo più di origine genovese e veneziana ed oggigiorno è servita da sacerdoti italiani. Il più grande luogo di culto cattolico di Istanbul costruita in stile neogotico veneziano, servita dai preti italiani. La messa é detta in italiano, polacco, turco e inglese,

Viale dell’Indipendenza e Gallerie Ottocentesce; storicamente in francese “Grande Rue de Péra”, oggi in turco İstiklal Caddesi, è la più famosa storica strada di Istanbul, frequentata da circa tre milioni di persone al giorno nel corso dei fine settimana. Ubicata nello storico distretto di Pera, è un’elegante zona pedonale lunga all’incirca due chilometri, sulla quale oltre a chiese e gallerie storiche, si affacciano boutique, librerie, gallerie d’arte, cinema, teatri, bar, cafe, pub, night club con musica dal vivo, pasticcerie e ristoranti.

Piazza Taksim; è il cuore pulsante e una destinazione popolare per i turisti e la gente nativa di Istanbul. In questa piazza termina il percorso lungo la strada del Viale d’Indipendenza del nostalgico vecchio tram che parte nei pressi del Tunnel (1875), la seconda metropolitana sotterranea più antica del mondo dopo la metropolitana di Londra (1863). Nei pressi della piazza è presente il Parco di Gezi. Nel maggio del 2013, il comune di Istanbul ha progettato di distruggere il parco per ricostruire un nuovo centro commerciale, scatenando le proteste della popolazione. Tali proteste si sono poi diffuse anche in altre città della Turchia come reazione spontanea all’eccessiva violenza impiegata dalla polizia nel disperdere i manifestanti.

Se siete interessati a fare una visita guidata con noi o per ulteriori informazioni, vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un commento qui sotto.

Per avere una guida italiana a Istanbul potete contattarci 7/24 anche via WhatsApp: 00. 90. 533 550 32 06 
Email: info@ulisseistanbul.com

guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Menu